Il Benevento scrive la storia di Gianni La Camera (Pubbl. 09/06/2017)

Il Benevento è in serie A, e meritatamente. Una serata piena di emozioni che ha visto vincere la squadra di Baroni per 1 a 0 contro il Carpi. All’andata era finita 0 a 0 e alla squadra campana bastava anche un pari ma, ancora lui, George Puscas, con un tocco sotto porta e su assist di Venuti, ha regalato la vittoria. Il Benevento quindi giocherà per la prima volta dopo 88 anni dalla sua nascita, in serie A. Tutto lo stadio è impazzito di gioia per questo risultato che mai nessuna squadra, esordiente nel campionato cadetto, aveva ottenuto. Una promozione che ha il sapore del record e che rimarrà nella storia, quasi un miracolo sportivo. Uno dei protagonisti di questo successo è certamente il mister Marco Baroni che ha già dei corteggiatori illustri. Cragno, portiere di sicuro affidamento e accostato anche al Napoli, il capitano Lucioni che sembra a tratti insuperabile, il regista Viola che già appare pronto per la serie superiore e poi Ceravolo con i suoi 20 gol, l’attaccante Puscas esploso proprio in questi meravigliosi playoff che la squadra beneventana ha condotto con tranquillità in funzione di un gioco ormai maturo e consapevole. E tutti gli altri. Baroni dichiara subito ”ce lo siamo meritati” e ha ragione. La squadra è arrivata al momento decisivo con convinzione e ottima preparazione atletica. E al Vigorito giustamente è esplosa la festa, quindicimila cuori in un solo battito. Lo spettacolo è cominciato dal 1° minuto proprio lì, sugli spalti, inscenato da un pubblico che ha accompagnato le “streghe” per l’intera partita cantando brani di Pino Daniele e intonando cori che siamo abituati ad ascoltare nel più grande San Paolo. Nel prossimo campionato di serie A quindi tre squadre del sud: Napoli, Benevento e Crotone. Noi ci auguriamo che il feeling già nato tra le due tifoserie campane possa sfociare in un gemellaggio che potrebbe andare a vantaggio di tutto il movimento sportivo del sud. Intanto diamo il benvenuto al Benevento e ai suoi sostenitori augurandogli una lunga permanenza nella serie maggiore. Grazie Benevento, oggi festeggiamo con voi.