Dove eravamo rimasti? di Achille Aveta   (Pubbl. 22/11/2018) 

Zonagrigia riprende la propria attività nel solco tracciato dal suo ideatore, Gaetano Placido, il quale, nel presentare questa proposta editoriale, ebbe a scrivere: "ci siamo a lungo chiesti, con spirito di umiltà, di cosa avesse bisogno un lettore per formarsi un’idea il più possibile chiara e trasparente dell’attuale complessa quotidianità. La risposta che ci siamo dati è stata quella di provare a farlo entrare consapevolmente nella zonagrigia dell’informazione per permettergli di disvelarne opacità, impenetrabilità, manipolazioni".

La pubblicazione riprende perché la Redazione è convinta che voi lettori, così come avete fatto negli scorsi due anni, non farete mancare la vostra voce, di approvazione o di dissenso, che è stata la vera linfa vitale di cui si è alimentato finora questo giornale. In questa fase decisamente triste del panorama, non solo italiano ma anche internazionale, intendiamo pure affrontare la sfida di trovare e condividere iniziative ed esperienze che confortino la nostra talvolta abbattuta, ma mai vinta, "fiducia nell'uomo". Anche sotto quest'aspetto chiediamo a chi ci legge di segnalarci testimonianze che contribuiscano a riconcilarci con quel mondo di valori, che certamente esiste, ma rischia di restare soffocato nel marasma di indifferentismo, egotismo e prevaricazione, che tanto, troppo spazio occupa anche nel mondo dell'informazione.

commenti sul blog forniti da Disqus