I fondamentali del teatro 

di Vincenzo La Camera (Pubbl. 31/03/2016)

A molti che leggono queste note, rivolte in prima istanza a chi si occupa di teatro amatoriale, sarà prima o poi capitato di accogliere nella propria formazione un nuovo compagno. Talvolta si sarà trattato di persone già esperte dei “fondamentali”, capaci fin da subito di farsi apprezzare sul piano della recitazione o in altri ambiti non meno importanti per la buona riuscita di un allestimento. Più spesso, i nuovi arrivati si saranno rivelati ricchi di entusiasmo e di curiosità, ma digiuni di quelle conoscenze, anche elementari, che pongono al riparo dagli errori più ingenui e consentono di inserirsi con immediatezza nel lavoro della compagnia. A questi nuovi amici sarà stato necessario spiegare l’ABC della pratica teatrale, suggerire letture mirate, illustrare i mestieri dello spettacolo, per una migliore comprensione dei meccanismi che lo regolano e per una consapevole riflessione su tutto quanto occorre per dar vita ad una messinscena. Nelle librerie non mancano manuali che affrontino questi temi, spesso trattati in modo approfondito e qualificato. Non altrettanto agevole, forse, è trovare qualcosa che “a volo d’uccello”, con un linguaggio comprensibile anche a un profano del “mestiere” e con particolare riguardo alla realtà dei filodrammatici, dia un’infarinatura “a tutto campo” all’aspirante teatrante, fornendogli basi utili a cogliere fin da subito le problematiche del “fare teatro” e ad affrontare più consapevolmente quel percorso esperienziale che resta irrinunciabile. Queste note quindi hanno l’intento di servire a tale scopo, affrontando uno dopo l’altro i seguenti argomenti e ruoli del teatro: la recitazione, il suggeritore, le mnemotecniche, il regista e il suo assistente, le prove, la controscena, pronuncia e intonazione, la truccatura, lo scenografo, il costumista, il datore luci, il fonico, il macchinista, il fotografo di scena, il direttore di scena, il rapporto con il pubblico, amministrazione della compagnia e pubblicità. In qualche caso, si farà rimando a schemi riassuntivi che, per non appesantire l’articolo, saranno resi disponibili separatamente. Al termine, se raccolte e messe insieme, le note che verranno via via pubblicate potranno costituire un agile, e speriamo utile, vademecum per il filodrammatico.