Lutto nello spettacolo: la scomparsa di Paolo Poli 

di Gaetano Placido (Pubbl. 31/03/2016)

La notizia non ha avuto la risonanza che avrebbe meritato. È morto a Roma Paolo Poli, un maestro del teatro, un principe della scena, un attore versatile e garbatamente ironico. Nato in quel di Firenze nel 1928, toscano fin nel midollo, lo ricordiamo per quella sua voce suadente con la quale narrava  alla radio, negli anni ’70, favole e novelle ai bambini. Attore brillante, di una comicità provocatoria, ma sempre amabile, incline a testi surreali, velati di quella  malinconia propria di ogni grande artista. Ha lavorato fino alla fine, calcando il palcoscenico ben oltre gli 80 anni. Lascia al teatro ed a noi tutti un vuoto incolmabile. Addio, Paolo!  Finissimo artista che hai fatto dell’arte di “Talia” il regno della fantasia e dell’immaginazione.